1 feb 2014

Pagelle elettroniche: perchè non utilizzare software libero?

Logo Open Source Iniciative

Ma io mi domando e dico.
 Oggi una maestra mi chiede: "Ma io ce l'ho Microsoft Office sul computer?"
La risposta naturale dovrebbe essere:  "Se l'hai comprato certo, ma allora lo sapresti".
Ma dato che siamo qui e non altrove domando:"A cosa ti serve?"
"No perché dobbiamo fare la pagella elettronica, e si può fare solo se c'è Excel di Office, il tecnico ha detto che non si può fare con OpenOffice"
"Bè allora chiedete a chi di dovere di fornirvi una licenza Office no?"
"Ma il tecnico ha detto che lo possiamo scaricare"
Vorrei rispondere: "DOVE!? dal sito del MIUR?".
E mi attacca a pulsare la vena.

Ok siamo sul surreale: la scuola ha un computer a disposizione degli insegnanti, ma praticamente inutilizzabile durante l'orario di lavoro, dato che non possono lasciare le classi. Quindi che faranno? La coda nelle ore libere per riempire le pagelle?
Premetto che non ho niente contro Microsoft Office, sono PER SCELTA! un felice pagatore della Microsoft: mi piace Office365, ma ho utilizzato per molti anni Open Office e in generale prediligo software libero con piena soddisfazione.

Sono arrabbiato con le persone che pensano di 'digitalizzare e la modernizzazione di una nazione' nella più completa ignoranza di cosa significhi, con tecnologie e metodi che sarebbero stati all'avanguardia 20 anni fa!
Si, in questo modo è stato fatto il diagnostico delle infrastrutture nell'area di Camiri, in Bolivia nel 1994! Anzi direi meglio, dato che era stato utilizzato Foxpro e che il programma di inserimento dati era un eseguibile compilato completamente autonomo.
Perché non è stato fatto un sistema che fosse compatibile con Open Office? Oppure Java, oppure... ci sono mille modi per fare una maschera di inserimento dati con output in chiaro, criptati e come volete voi.
Certo ci saranno delle ragioni per utilizzate Excel della Microsof, allora mettete in condizione le persone di fare le cose fornendo licenze. Sono cose banali, che chiunque abbiamo fatto un progetto in vita sua, anche semplicemente quello di andare in vacanza, sa: se devo andare da qualche parte occorre considerare i costi dei biglietti del treno o della benzina o i costi di vitto, alloggio e consumo delle scarpe se decidiamo di andare a piedi!

Non è possibile che debbano sempre essere i lavoratori a pagare le stupidaggini dei decisionisti IGNORANTI o MENEFREGHISTI (sceglietene una!)

NOTA: preciso che di pagelle elettroniche non ne so niente e che non ho fatto approfondimenti. Se c'è qualcuno interessato a finanziare un articolo approfondito sono disponibile!

Nessun commento:

Posta un commento